Il nostro Blog | Consigli

Come trasformare il tuo Alloggio in uno spazio di Smart-Working

Aggiornato il 16/02 2021

L’Idea

Seguendo gli ultimi Dpcm e la divisione dell’Italia in zone con lockdown ad intensità variabile, e con la consapevolezza che un lockdown locale potrebbe essere imposto in ogni zona all’interno dei confini italiani, potresti voler cercare delle modalità alternative per diversificare le tue attività e per massimizzare le occasioni di guadagno.

A Parigi, molti host hanno temporaneamente convertito i loro hotel e B&B in spazi sicuri per lo smartworking, e stanno ricevendo prenotazioni da parte di professionisti in cerca di una stanza tranquilla in cui lavorare da remoto.

Questo blog è diviso in 4 sezioni: la prima sezione offre una rapida descrizione del problema e dell’idea alla base dei progetti di riconversione delle strutture ricettive a spazi privati per il lavoro da remoto che c’è stata a Parigi, e le successive 3 spiegano come convertire la tua struttura in uno spazio privato di lavoro, come addebitare i clienti per il servizio offerto, e come fare pubblicità di questi nuovi uffici privati. Troverai anche una checklist per guidarti durante gli step necessari.

Scopri qualche motivo in più per imitare il trend parigino e come poterlo realizzare nella tua struttura!

Il Problema


In una recente intervista alla televisione francese Sebastien Bazin, CEO di Accor, il gruppo di hotel più grande in Europa, ha affermato di sentirsi molto ottimista sul futuro del turismo. L’attuale crisi richiede un forte cambiamento nei modelli di business da seguire e porta a molte nuove opportunità.

Durante il corso dell’intervista Bazin è entrato nei dettagli della nuova situazione del lavoro da casa per migliaia di professionisti francesi: spazi angusti, arredamento insufficiente, bambini da controllare ed una pessima connessione ad internet (questa situazione non ti suona? Pensa a tante città italiane nella stessa situazione). Non c’è bisogno di dirlo, per molti professionisti l’ufficio da casa è molto lontano dalla situazione ideale, almeno che non si abbia bisogno di caos per essere produttivi.

Bazin ha poi ricordato come un’altissima percentuale dei professionisti che lavorano da casa (il 70% per l’esattezza) non vogliono tornare a lavorare in ufficio visti i tempi di pendolarismo a cui sono soggetti normalmente. Lo stesso identico discorso che si sta facendo in tante delle grandi città italiane.

La soluzione (e un’idea di business)

Accor ha analizzato gli indirizzi di oltre 2000 dei propri dipendenti nella regione di Parigi, e ha scoperto che l’80% di essi vive a meno di 20 minuti a piedi o in bici da un hotel Accor. Vista la chiusura degli uffici principali della Accor a seguito delle restrizioni dovute al Covid, Accor ha deciso di offrire le stanze vuote ai propri dipendenti come spazi di lavoro. Il risultato? Il 40% di loro ha approfittato dell’opportunità sin dalla prima settimana dell’iniziativa.

Durante la sua intervista, Bazin ha spiegato che questa idea gli è sembrata addirittura scontata, considerando che i loro hotel hanno connessione Wifi, scrivanie, sedie, opzioni per il pranzo, e tutto quello che serve per lavorare in comodità

Come convertire il tuo alloggio in uno spazio privato per il lavoro da remoto


in eviivo abbiamo voluto pensare a qualche suggerimento pratico per aiutare i nostri clienti a convertire i propri alloggi in spazi per lo smart working, avendo una forte e stabile connessione Wi-Fi come primo requisito.

L’arredamento 

Idealmente, le tue stanze sono equipaggiate con una scrivania ed una sedia che potrebbero essere usate come ufficio improvvisato. Tenere un bollitore nella stanza con un cestino di the e caffé crea un ambiente puù casalingo, e allo stesso tempo puoi fare l’upsell dei prodotti forniti, dal caffé, al the fino a degli snack.

In alternativa, una grande idea potrebbe essere quella di trovare degli arredamenti da uffici che stanno chiudendo, o da persone della tua area che vendono mobili usati.

Ecco alcuni suggerimenti su dove cercare:

Puoi trovare arredamenti economici anche su eBay o Amazon, ma tieni a mente che la crisi Covid-19 ha colpito le persone e le piccole aziende più duramente delle grandi corporation (alcune delle quali stanno facendo grandi affari in questo periodo). Per questa ragione, ti raccomandiamo di fare una ricerca nella rete locale, cercando magari di sostenere un vicino o una piccola azienda vicino a te, visto che ogni euro in più può fare la differenza in questo periodo.

In ogni caso, si deve essere molto cauti con l’utilizzo di oggetti usati, disinfettandoli con estrema attenzione.

Possibili occasioni di vendite extra

Ecco alcune idee su come vendere beni e servizi extra per aumentare i ricavi:

  • Servizio in camera per caffè e snacks
  • La “Schiscetta” in camera
  • Pause caffé gourmet con prodotti locali (compatibilmente ai momenti di lockdown)

Come addebitare i tuoi clienti


Offerte per l’utilizzo da un solo giorno

Il primo passo è capire quanto ti costa l’utilizzo per 8-12 ore dello spazio. A partire da quel dato, puoi calcolare quali debbano essere i tuoi margini di guadagno, e quindi calcolare le tariffe adatte – lo stesso procedimento di quando crei le tariffe per i tuoi alloggi.

Imposta una tariffa per utilizzi da 1-giorno, 1-settimana o 1-mese. Qualcuno potrebbe voler lavorare dalla tua struttura solo 2-3 giorni a settimana.

L’offerta dovrebbe essere quanto più flessibile per i lavoratori nella tua zona, visto che le loro agende lavorative non sono prevedibili come i normali periodi di ferie.

La tua offerta può essere basic, o può includere più servizi extra come la preparazione di pause caffé, pranzi, etc.

Chi addebitare?

Negozia i termini con la persona che ha bisogno dello spazio di lavoro – la sua azienda pagherà per lo spazio? Prova ad entrare in contatto con l’azienda – potrebbero aver chiuso gli uffici e quindi smesso di pagare l’affitto, fornendo del budget disponibile per pagare ai propri dipendenti il miglior ambiente di lavoro possibile.

Prova ad entrare in contatto con le grandi aziende della tua zona che hanno chiuso i loro uffici. Potresti pubblicizzare a loro la tua nuova soluzione, per i loro lavoratori.

Come inserire le tue tariffe nella suite eviivo

Potrai creare una prenotazione manuale dalla suite eviivo, con inizio nel giorno di utilizzo dello spazio e con fine il giorno successivo – perché in ogni caso, avrai bisogno del tempo per la igienizzazione e sanificazione.

Imposta manualmente il prezzo giornaliero di utilizzo nel campo rilevante. Puoi anche impostare una tariffa offline dedicata da inserire quando ricevi una prenotazione di questo tipo. Puoi anche impostare una promozione per utilizzi più prolungati.

Infine, non dimenticare di impostare correttamente il contatto di fatturazione nella prenotazione, così che se richiesto il lavoratore potrà girare la fattura all’azienda.

Come fare marketing per il tuo spazio di lavoro


Adesso che gli spazi sono stati approntati, arriva il momento di spargere la voce! Come primo passo, assicurati di inserire le informazioni sui tuoi spazi di lavoro direttamente sul tuo sito web.

Mostra gli annunci nei negozi di zona

Potrebbe valere la pena verificare che ci siano nella tua area dei negozi che ti permettono di affiggere annunci. Nel caso, puoi attaccare una locandina con un messaggio del tipo “offriamo spazi di lavoro lontani da casa – contatta questo numero o scrivici all’indirizzo email”. In questo modo, potresti attrarre l’attenzione dei professionisti nella tua zona!

Social Media

Approfitta di ogni occasione gratuita. Uno dei modi più efficaci per attirare l’attenzione sulla tua attività è di pubblicare contenuti rilevanti nei gruppi di Facebook, dove puoi raggiungere persone che stanno cercando proprio quello che tu offri.

Se la tua città ha una grande comunità di espatriati, cerca i loro gruppi su Facebook e verifica le loro regole. Se permettono le attività di marketing e di vendita, potrebbe essere una buona idea creare dei contenuti per pubblicizzare i tuoi spazi. Specialmente nelle grandi città, dove spesso si convive fra più persone in piccoli appartamenti, l’opzione di un ambiente di lavoro alternativo potrebbe essere molto richiesto.

Potresti anche dare un’occhiata nei gruppi Facebool della tua zona, e pubblciare contenuti anche lì se te lo consentono. Maggiore è la visibilità che riesci ad ottenere, meglio è!

Non dimenticare di usare gli hashtag più rilevanti per aumentare la visibilità die contenuti. Tieni sotto controllo le parole più trendy che si utilizzano!

Puoi anche pensare di mettere a budget degli annunci pubblicitari su Instagram o Facebook, ma ti consigliamo fortemente di usare tutte le risorse gratuite a disposizoine prima di affrontare nuove spese.

Email

Una buona idea potrebbe essere quella di inviare comunicazioni email ai vecchi ospiti per fargli sapere che la tua struttura offre spazi privati per il lavoro da remoto. Puoi usare uno strumento gratuito come mailant  per l’invio massivo di email per dare avvio alla tua nuova campagna.

Con il Guest Manager, puoi facilmente creare delle liste marketing a prova di GDPR, risparmiando tantissimo tempo e facendoti concentrare su altro, come la creazione di bellissimi template per e tue email automatiche! Clicca qui per scoprire di più.

Associazioni turistiche locali online

Gli uffici turistici della tua area potranno offrirti preziosi aiuti su come pubblicizzare i tuoi nuovi spazi.

Checklist

Clicca qui per scaricare la nostra checklist in inglese per essere sicuro di aver fatto tutto il necessario per trasformare la tua stanza in un ufficio privato!

Speriamo che queste idee ti aiutino a scoprire un nuovo modo per gestire la tua attività in sicurezza e con efficacia in questo periodo tanto difficile. Per le notizie più aggiornate visita sempre il nostro sito ed il nostro portale Resta aperto, Resta al Sicuro.